You are here

You are here

  • His Highness the Aga Khan introduces the 2014 Global Centre for Pluralism (GCP) Annual Lecture, to be delivered by Antonio Guterres. The mission of the GCP is to advance respect for diversity as a new global ethic and foundation for inclusive citizenship. Ottawa, Canada, 29 May 2014.
    GCP
Il Giubileo di Diamante dell’Aga Khan segna 60 anni di impegno verso la fede, il pluralismo e una migliore qualità della vita

I Musulmani Ismailiti e i partner dell’AKDN festeggiano le iniziative di Sua Altezza per la promozione della pace e del progresso

Gouvieux, Francia, 10 luglio 2017—Domani ricorre il Giubileo di Diamante di Sua Altezza l’Aga Khan, 49o Imam ereditario (capo spirituale) dei musulmani sciiti ismailiti da sessant’anni. I festeggiamenti in tutto il mondo riuniscono la comunità ismailita, i partner della Rete Aga Khan per lo sviluppo AKDN (Aga Khan Development Network), e i capi di governo e delle comunità religiose di oltre 25 Paesi diversi. L’11 luglio avvia un anno di importanti iniziative annunciate dall’Aga Khan per un impegno globale verso collaborazioni basate sulla messa in pratica dei principi etici, della pace e del pluralismo.

Nel corso degli ultimi sei decenni, l’Aga Khan ha trasformato la qualità della vita per milioni di persone in tutto il mondo, lavorando per ispirare eccellenza e migliorare le condizioni di vita e le opportunità in alcune delle regioni più remote e tormentate del mondo.  

Nell’ambito della tradizione etica dell’Islam, oltre all’interpretazione della fede, i capi religiosi hanno anche il dovere di contribuire al miglioramento della qualità della vita per le loro comunità nell’ambito delle loro società. Per questo l’Aga Khan ha dedicato la sua vita ad affrontare le problematiche del mondo in sviluppo.

L’Aga Khan e la comunità musulmana degli sciiti ismailiti

L’Aga Khan è discendente diretto del Profeta Maometto (pace su di lui e sulla sua famiglia) attraverso Alì, suo cugino e genero, il primo Imam, e di sua moglie Fatima, figlia del Profeta. Sessant’anni fa, all’età di 20 anni, succedeva al nonno, Mahomed Shah Aga Khan, in qualità di Imam dei musulmani sciiti ismailiti.

Oggi Sua Altezza l’Aga Khan guida una comunità globale di circa 15 milioni di musulmani sciiti ismailiti, stanziati prevalentemente nell’Asia meridionale e Centrale, in Africa, Medio Oriente, Europa, America del Nord ed Estremo Oriente. Come il mondo musulmano in generale, la comunità ismailita riunisce una ricca diversità di culture, lingue e nazionalità. Il ruolo di Imam include l’interpretazione dei principi della fede per la comunità e la responsabilità in merito alle istituzioni religiose e alle attività religiose dei fedeli di tutto il mondo.  

L’Aga Khan e l’AKDN

Animato dalla propria etica religiosa e dalla responsabilità per un Imam ereditario di dedicarsi al miglioramento delle condizioni di vita per la sua comunità e la gente tra cui essa vive, l’Aga Khan è in prima linea nello sviluppo da 60 anni. È Fondatore e Presidente dell’Aga Khan Development Network (AKDN), una delle più complete reti di sviluppo a livello mondiale, presente in oltre 30 paesi dell’Asia Centrale e meridionale, Africa Orientale e Occidentale e Medio Oriente, e una delle più grandi organizzazioni di sviluppo a livello mondiale, con iniziative che contribuiscono a dare lavoro a oltre 80.000 persone.  

Ispirata ai valori morali islamici della compassione e della responsabilità nei confronti dei bisognosi, la rete AKDN si impegna per il bene comune di tutti i cittadini, indipendentemente dal loro genere, origine o religione. Il mandato delle agenzie dell’AKDN va dalla sanità e dall’educazione all’architettura, alla microfinanza, al contenimento dei disastri, allo sviluppo rurale, alla promozione di imprese del settore privato e alla riabilitazione delle città storiche, tutti aspetti catalizzatori dello sviluppo che, insieme, contribuiscono a costruire una società civile vitale che affronta le esigenze delle popolazioni vulnerabili.  

L’AKDN indirizza ogni anno 925 milioni di dollari USA ad attività sociali e culturali non a scopo di lucro, con un incremento triplo negli ultimi dieci anni, e gestisce oltre 200 istituti sanitari, 2 università con sedi in 6 Paesi diversi e 200 scuole e programmi per il miglioramento delle scuole in alcune delle parti più remote e povere del mondo in sviluppo.  

Contemporaneamente l’AKDN gestisce oltre 90 società di progetto nelle economie post conflitto e in transizione, che contribuiscono a stabilire le basi dello sviluppo economico in questi Paesi. Le loro iniziative che vanno da un progetto idroelettrico su larga scala in Uganda a una società di telefoni cellulari in Afghanistan, oggi generano un reddito superiore a 4,1 miliardi di dollari. Il surplus di tali attività viene reinvestito in progetti di sviluppo.  

Sulle orme della tradizione millenaria dei suoi antenati, risalente alla fondazione delle prime università e istituti di istruzione nel mondo musulmano da parte degli Imam ismailiti, l’Aga Khan ha continuato a sottolineare l’importanza dell’istruzione femminile oltre che maschile, creando centri che si collocano in prima linea nelle pratiche internazionali dell’insegnamento, della conoscenza e della ricerca scientifica, come l’Università Aga Khan (Aga Khan University), l’Università dell’Asia Centrale (University of Central Asia), e le Accademie Aga Khan.

Ogni anno, tra i suoi numerosi interventi, l’AKDN fornisce servizi sanitari di qualità a cinque milioni di persone, migliora l’istruzione di due milioni di studenti dal livello prescolare a quello universitario, genera elettricità per dieci milioni di persone e aiuta otto milioni di persone a raggiungere maggiore sicurezza alimentare, incrementare il reddito familiare e migliorare la qualità complessiva della vita.  

Nel rispetto della tradizione, i festeggiamenti per il Giubileo di Diamante dell’Aga Khan comprenderanno il lancio di nuovi progetti di sviluppo sociale, culturale ed economico.

Tra i progetti e le iniziative che verranno annunciati o avviati quest’anno sono compresi programmi concertati di riduzione della povertà, incremento dell’accesso ai finanziamenti per l’istruzione, la sanità e le abitazioni, sviluppo per i primi anni dell’infanzia, e progetti di infrastrutture (principalmente acqua, energia e telecomunicazioni) nei Paesi in sviluppo. Agli istituti dell’AKDN, tra cui l’Università Aga Khan e l’Università dell’Asia Centrale, saranno indirizzate ulteriori risorse e capacità.

Per l’Aga Khan la diversità deve essere fonte di ispirazione, non di divisione: l’esaltazione del pluralismo è una pietra angolare per la creazione di società forti e pacifiche. Nel 2006, l’Aga Khan e il governo canadese hanno creato il Global Centre for Pluralism a Ottawa per svolgere ricerca e portare avanti la conoscenza dei valori di base per società pluraliste e inclusive.

L’Aga Khan ha posto l’accento sul dialogo, alimentando la collaborazione tra comunità di religioni diverse, ed è stato un grande sostenitore di una migliore conoscenza dell’Islam, evidenziandone l’aspetto religioso intellettuale e spirituale, oltre agli insegnamenti che privilegiano la compassione, la tolleranza e la difesa della dignità del genere umano. Ha respinto l’idea dell’inevitabilità di un conflitto tra i popoli, definendo questo uno “scontro di ignoranza” e non di civiltà.

Citiamo le sue parole: “Il mondo che noi cerchiamo non è un mondo in cui le differenze siano cancellate, ma in cui la differenza diventi una forza prodigiosa per il bene e ci aiuti a creare un nuovo senso di collaborazione e coerenza, per costruire insieme una vita migliore per tutti”.

Il Giubileo di Diamante rappresenta un’occasione per migliorare la comprensione, anche quella dell’Islam e delle civiltà musulmane, alimentando la collaborazione tra popoli diversi e comunità religiose diverse in tutto il mondo.  

Per festeggiare questa storica occasione, l’11 luglio si svolgerà un evento privato per l’Aga Khan e i capi della comunità ismailita, che coinciderà con cerimonie globali tenute dalla comunità ismailita. Nello stesso giorno saranno messi a disposizione dei media un comunicato stampa, un notiziario video e fotografie scelte dell’evento.  

Per informazioni stampa rivolgersi a:

Semin Abdulla
Communications Manager
Aga Khan Development Network
Aiglemont, 60270 Gouvieux, Francia
+33 3 44 58 40 00
Semin.Abdulla@akdn.org

Per ulteriori informazioni sul Giubileo di Diamante di Sua Altezza l’Aga Khan:
http://www.akdn.org/commemoration-of-diamond-jubilee-of-his-highness-aga-khan

Per altre informazioni sull’Aga Khan Development Network (AKDN), www.akdn.org

Per altre informazioni sulla Comunità ismailita, www.theismaili.org